La fragilità della famiglia. Fragilità e disabilità: una sfida per la famiglia

La fragilità è una componente di ogni essere umano.
Fragili non sono solo le persone deboli, quelle emarginate o con disagio. Fragili siamo noi, nell’incontro e confronto con loro.
Marcello Farina

Scopo di quest’incontro è sottolineare l’importanza di “stare insieme”, di “condividere”. Solo costruendo una solida rete fra associazioni, enti e popolazione, ognuno riuscirà ad affrontare difficoltà anche gravi e capirà che vivere a contatto della fragilità e della disabilità non toglie la felicità ma aggiunge qualcosa di importante alla sua vita.
La famiglia, fulcro della società, ha bisogno di ascolto, di cura, di attenzione, di sostegno, di protezione. Non deve mai essere lasciata sola. Solo così la sua fragilità potrà diventare forza.

La fragilità locandina

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

La fragilità della famiglia. Fragilità e disabilità

La fragilità è una componente di ogni essere umano. Fragili non sono solo le persone deboli, quelle emarginate o con disagio. Fragili siamo noi, nell’incontro e confronto con loro.
Marcello Farina

Scopo di quest’incontro è sottolineare l’importanza di “stare insieme”, di “condividere”. Solo costruendo una solida rete fra associazioni, enti e popolazione, ognuno riuscirà ad affrontare difficoltà anche gravi e capirà che vivere a contatto della fragilità e della disabilità non toglie la felicità ma aggiunge qualcosa di importante alla sua vita.

La famiglia, fulcro della società, ha bisogno di ascolto, di cura, di attenzione, di sostegno, di protezione. Non deve mai essere lasciata sola. Solo così la sua fragilità potrà diventare forza.

Programma

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

Uomo malato, uomo fragile come ti posso aiutare?

Clicca qui

Mattino

Apertura dei lavori. Saluto delle autorità

Assessore Elide Tisi, Assessorato alla Salute, Politiche Sociali e Abitative del Comune di Torino

Dott.ssa Rossana Becarelli, Direttore Sanitario Ospedale San Giovanni Antica Sede

Don Marco Brunetti, Direttore Ufficio Pastorale della Salute dell’Arcidiocesi di Torino

9.00 – 9.40 Mass media e malattia Dott. N. Ferraro

9.40 – 10.20 L’uomo di fronte alla malattia Don Sergio Messina

10.20 – 10.50 Dibattito

10.50 – 11.20 Intervallo

11.20 – 12.00 La fragilità come disagio psichico Dott.ssa A. Boratti

12.00 – 12.40 La forza della fragilità Dr. M.Gollin

12.40 – 13.00 Dibattito – Chiusura della mattinata

Continue reading

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

Cesedi. Workshop tra cibo e parole. II livello

TRA CIBO E PAROLE
Il nutrirsi come piacere, cultura e disagio
CE.SE.DI. in collaborazione con l’ASSOCIAZIONE ERREICS di Torino

 FOCUS DI APPROFONDIMENTO RISERVATO ESCLUSIVAMENTE ALLE CLASSI CHE HANNO PARTECIPATO AL PERCORSO “TRA CIBO E PAROLE” NELL’ANNO SCOLASTICO 2011/2012

Il percorso si articolerà in tre momenti formativi della durata di due ore ciascuno, volti ad approfondire aree tematiche specifiche, la cui individuazione è stata condotta a partire dalle osservazioni formulate dagli studenti all’interno del questionario distribuito al termine dei laboratori dello scorso anno.
I tre focus di approfondimento su cui ci soffermeremo durante quest’anno scolastico saranno:

1 incontro – Cibo e linguaggio pubblicitario. Riflessione sulle più frequenti ricadute della pubblicità sugli stili di consumo. Analisi comparata tra spot pubblicitari, prodotti “reali” e relative etichette.

2 incontro – I disordini alimentari: un’analisi socioculturale a partire dalla lettura e dall’analisi di contributi letterari, autobiografici, giornalistici.

3 incontro – Cibi e corpi allo specchio. Rielaborazione dei possibili nessi tra le due aree tematiche e sulla loro influenza reciproca sia nell’immaginario comune che nel quotidiano.

Ogni incontro prevederà dei workshop con gli studenti, che saranno coinvolti in esercitazioni pratiche ed in produzioni creative, sia come singoli che in attività di gruppo

REFERENTE
Emanuela CELEGHIN
tel. 011.8613691 – fax 011.8613600
e-mail: celeghin@provincia.torino.it

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF