La fragilità della famiglia. Fragilità e disabilità

La fragilità è una componente di ogni essere umano. Fragili non sono solo le persone deboli, quelle emarginate o con disagio. Fragili siamo noi, nell’incontro e confronto con loro.
Marcello Farina

Scopo di quest’incontro è sottolineare l’importanza di “stare insieme”, di “condividere”. Solo costruendo una solida rete fra associazioni, enti e popolazione, ognuno riuscirà ad affrontare difficoltà anche gravi e capirà che vivere a contatto della fragilità e della disabilità non toglie la felicità ma aggiunge qualcosa di importante alla sua vita.

La famiglia, fulcro della società, ha bisogno di ascolto, di cura, di attenzione, di sostegno, di protezione. Non deve mai essere lasciata sola. Solo così la sua fragilità potrà diventare forza.

Programma

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

La fragilità della famiglia

La famiglia rappresenta il primo luogo di formazione della persona ed occupa un posto centrale all’interno della società per la quale rappresenta una risorsa. Questo è il primo di una serie di incontri nel corso dei quali cercheremo di affrontare le varie problematiche che coinvolgono la famiglia. Il nostro obiettivo è di rinforzare la rete fra cittadini, enti e associazioni che incontrandosi potranno più facilmente scambiare opinioni, pensieri, emozioni, esperienze e rafforzare il rapporto di collaborazione per perseguire una finalità condivisa. Le famiglie sono spesso lasciate sole a gestire situazioni gravi che superano la loro capacità di resistenza. Così divengono fragili ma la loro fragilità, se supportata, può diventare una forza.

Locandina

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

IL PROGETTO URBAN: LA GUIDA COMPLETA

L’obiettivo del progetto proposto dall’Associazione Erreics al Comitato Urban è stato quello di creare opportunità di incontro, socializzazione, aggregazione e partecipazione attiva degli abitanti di diverse culture e strati sociali del quartiere, attraverso lo strumento privilegiato del cibo. Attivazione e coinvolgimento della rete territoriale: cittadini, condomini, associazioni, scuole, esercizi commerciali. Organizzare momenti aperti ai cittadini di altri quartieri in cui il cibo e i cibi di dverse culture sono divenuti vetrina di un quartiere nuovo, aperto e in cambiamento.
Attivare reti solidaristiche sul territorio in cui cittadini e associazioni hanno collaborato in buone prassi sostenibili nel tempo (cene sociali interculturali con momenti di dibattito, momenti di confronto e scambio a partire dal prolifico tema del cibo). Utilizzare il cibo come strumento di integrazione tra le diverse comunità presenti nel quartiere, sensibilizzare la cittadinanza e i giovani su temi quali: il cibo come (inter) cultura, conoscenza e rispetto di tutte le differenze, piacere, disagio, l’estetica del cibo, l’educazione alimentare, il consumo critico e consapevole, cibo e pubblicità. Favorire un percorso di progettazione partecipata con la cittadinanza di un ciclo di attività e un calendario di momenti di incontro legati al “cibo come incontro e scambio” capace di sostenere la coesione sociale del quartiere.

Guida Complessiva di Urban

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

Uomo malato, uomo fragile come ti posso aiutare?

Clicca qui

Mattino

Apertura dei lavori. Saluto delle autorità

Assessore Elide Tisi, Assessorato alla Salute, Politiche Sociali e Abitative del Comune di Torino

Dott.ssa Rossana Becarelli, Direttore Sanitario Ospedale San Giovanni Antica Sede

Don Marco Brunetti, Direttore Ufficio Pastorale della Salute dell’Arcidiocesi di Torino

9.00 – 9.40 Mass media e malattia Dott. N. Ferraro

9.40 – 10.20 L’uomo di fronte alla malattia Don Sergio Messina

10.20 – 10.50 Dibattito

10.50 – 11.20 Intervallo

11.20 – 12.00 La fragilità come disagio psichico Dott.ssa A. Boratti

12.00 – 12.40 La forza della fragilità Dr. M.Gollin

12.40 – 13.00 Dibattito – Chiusura della mattinata

Continue reading

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

I percorsi formativi dell’Associazione Erreics Onlus (Le scuole medie)

Featured

In questa sezione è possibile trovare l’offerta formativa e didattica 2013 dell’associazione Erreics Onlus.

I PERCORSI PER LE SCUOLE MEDIE. 
E’ possibile scegliere tra alcuni percorsi diversificati per struttura, metodologia ed obiettivi.

Il primo percorso affronta il rapporto col cibo da diversi punti di vista: tra i temi trattati l’analisi pubblicitaria, la lettura delle etichette, cibo ed intercultura ed i disagi alimentari. Il secondo è rivolto più direttamente i disturbi del comportamento alimentare, affrontati in un’ottica culturale, di sensibilizzazione e con la modalità della rielaborazione creativa.

Percorso 1  Percorso 2

Offriamo inoltre un percorso strutturato su tre incontri differenziati sulla prima, seconda e terza media, in modo che gli studenti possano seguirli per tutta la durata del ciclo scolastico, facendo ogni anno delle integrazioni.

Percorso 3

 

(*si ricorda che la proprietà intellettuale rimane di Erreics Onlus.)

 

 

 

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

Cavoli a merenda: il mercato lo decidiamo noi!!

CAVOLI A MERENDA: CLICCA QUI

CAUSA PROBLEMI TECNICI EVENTO RINVIATO A DATA DA DESTINARSI!!!

corso 6 dicembre 2012:
Sostenibilità delle filiere agroalimentari: filiera corta, km0,
biologico, biodinamico, lotta integrata…cosa sono?
Con la partecipazione del Gac Arcobaleno
Presso Laboratorio Banfo in via Banfo 3b, Torino
Dalle ore 20.30 alle 22.30
Ingresso libero e partecipazione gratuita
contatti: Marta 3347031315 email: m_m83@libero.it

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF