COMUNICATO STAMPA: Quando il gioco si fa… serie

FATTI PIU’ IN LA”. È questo il titolo della prima webserie interattiva contro la discriminazione dell’obesità progettata e realizzata dall’associazione Erreics Onlus vincitrice del Bando regionale per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro (approvato con D.D. n. 348 del 25/06/2012). LOCANDINA

Il prodotto, composto da video concatenati e fruibile come un video game, è stato realizzato con la collaborazione degli studenti dell’Istituto IPSCTS C.I Giulio e verrà diffuso attraverso Youtube e le principali piattaforme digitali (facebook, twitter…). Si tratta del primo progetto sul tema della discriminazione dell’obesità in fascia adolescenziale finanziato dal Fondo Europeo ed è stato inserito come progetto d’innovazione nel II Summit Europeo su stigma sociale e discriminazione basati sul peso, a cura del CIDO (Comitato Italiano per i Diritti delle persone affette da Obesità e Disturbi dell’Alimentazione).

Tramite la fruizione della webserie i ragazzi hanno un ruolo primario nello svolgersi della storia virtuale, potendo effettuare scelte attive che influenzano l’andamento della narrazione e permettono loro di verificare le conseguenze di ogni possibile azione.

La potenzialità del mezzo scelto (youtube e Internet) è tale che un prodotto di fiction come una webserie ha la concreta possibilità di creare attorno a se l’interesse generale del target, attraverso un’interazione ed un confronto sulle scelte effettuate negli episodi e sulla narrazione, favorendo un fenomeno virale che sempre più caratterizza le esperienze della comunicazione digitale tra giovani. “Parlare ai giovani è sempre più difficile- sostiene Giada Giustetto Vicepresidente di Erreics Onlus e coordinatore del progetto “Fatti più in là”. Abbiamo quindi scelto di usare il loro linguaggio mediatico per portare alla luce problemi sempre più diffusi e urgenti in ambito scolastico. Il risultato è stato inaspettato, sostiene Elvira Larizza medico e Presidente di Erreics. La partecipazione emotiva di questi ragazzi al tema delle tante discriminazioni, di sesso, genere, spazio, linguaggio… a cui sono sottoposte le persone obese ci rende ottimisti sul futuro e sul recupero di una cultura della non discriminazione”.

Di seguito il trailer della serie che sarà diffuso, grazie al sostegno del Gruppo Torinese Trasporti (GTT), negli spazi della Metropolitana e presentato come notizia su tutte le linee della città: youtube.com/fattipiuinlaweb.

La serie completa sarà fruibile sul canale youtube a partire dal 22 gennaio2014.

Il 30 gennaio 2014 alle ore 10 presso il Cinema Massimo 1 a Torino Erreics Onlus presenterà alla Città, alle Istituzioni e alle scuole della Regione che hanno partecipato al progetto i risultati del percorso, presentando le considerazioni sull’efficacia del prodotto interattivo nel campo dell’obesità.

Rosa Revellino
Responsabile comunicazione Erreics Onlus
rosarevellino@gmail.com
3356410331

youtube: youtube.com/fattipiuinlaweb

twitter: @fattipiuinla

facebook: fatti più in là

LA DISCRIMINAZIONE: IL LATO OSCURO DELL’OBESITÀ

La discriminazione, a vari livelli, può essere sia un’azione consapevole sia il risultato di abitudini culturali e di pregiudizi sociali: dalle apparecchiature sanitarie talvolta inadeguate ad effettuare esami su persone obese, ai luoghi quotidiani come per esempio banche, bagni pubblici, cinema, in cui lo spazio pensato per la fruibilità collettiva sembra tagliare fuori gli obesi; fino alla scuola in cui la condizione di obesità, spesso discriminata e bersaglio di bullismo, ha degli effetti profondi sulla qualità della vita delle persone. L’idea progettuale nasce infatti con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti per prevenire comportamenti discriminatori, denigratori e di violenza psicologica e/o fisica nei confronti di persone e soprattutto di adolescenti in sovrappeso ed obesi. L’OMS riconosce infatti nell’obesità un problema di salute pubblica ed una patologia in forte crescita, ad alto impatto di mortalità ed ormai tipizzata durante l’infanzia e l’adolescenza. Secondo il Ministero della Salute l’obesità è inoltre causa di disuguaglianze sociali.

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

One thought on “COMUNICATO STAMPA: Quando il gioco si fa… serie

  1. Pingback: ”Fatti più in là”, la serie in cui il finale lo scegli tu | Futura

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>