Tra cibo e parola: il linguaggio come nutrimento

Il progetto è stato finanziato dalla Regione Piemonte (Settore tutela e prevenzione della salute) ed è stato realizzato in collaborazione con la Fondazione Alberto Colonnetti di Torino.

I veri protagonisti di questo progetto sono stati gli allievi di due classi ginnasiali: la 4A del “Liceo Alfieri” di Torino e la 5B del “Liceo Porporato” di Pinerolo.
Il percorso nelle scuole, sviluppatosi nell’arco di cinque incontri per ciascun istituto, si è posto come obiettivo principale quello di presentare, analizzare e riflettere sul rapporto col cibo da punti di vista diversi: l’analisi cinematografica, letteraria, pubblicitaria e giornalistica sono stati solo alcuni degli strumenti di indagine con cui abbiamo indagato l’universo-cibo.
Triplice il nostro focus: il cibo come piacere e cultura, ma troppo spesso, purtroppo, anche sofferenza e disagio. Questo il punto di partenza. Da qui, poi, nel corso dei diversi incontri, le tematiche e gli aspetti emersi connessi al cibo sono stati estesissimi.
I ragazzi hanno ‘raccontato’ il cibo in rapporto ai legami familiari, facendo riaffiorare ricordi, esperienze e vere e proprie narrazioni: lo hanno cioè riconosciuto come uno dei fattori costitutivi della propria identità. Da questi laboratori ‘interattivi’ sono inoltre emersi due aspetti interessanti e particolarmente significativi soprattutto perché proposti direttamente dagli studenti: il cibo come scambio interculturale, cioè come strumento di conoscenza e di rispetto verso le altre realtà, non solo geografiche, e il tema del consumo critico.
Quest’ultimo punto ha fatto emergere una grande consapevolezza alimentare da parte dei ragazzi anche in rapporto alle ricadute economiche che il cibo può avere e alle strategie possibili per evitarne gli sprechi.
Tra le attività più intense e proficue di questi laboratori c’è stato senza dubbio il lavoro d’individuazione ed analisi delle parole chiave su cui sono stati impostati i laboratori.

Condividi, Invia ad un Amico o Stampa
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • Live
  • MySpace
  • PDF

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>